Pages Navigation Menu

get the blog!

Il Bello e il Brutto

Il Bello e il Brutto

Il Bello e il Brutto.

Pubblicato da Filomena Taraborrelli  il 22 febbraio 2013.

…e qualcuno avrebbe la tentazione di chiosare con “il buono e il cattivo”…. ma non è di questo che parlerò!

Da bambini ci sembra bello tutto quello che desideriamo, che ci piace: diventano belle tutte quelle persone che soddisfano quel bisogno, non importa che aspetto abbiano, l’importante è che corrispondano ad una nostra necessità, che sia materiale o semplicemente d’affetto, di consolazione da una perdita. Brutto è il contrario del nostro benessere, la negazione…

…Da ragazzi è bello tutto ciò che desideriamo realizzare, i nostri sogni sono i più belli di tutti, nessuno li ha così grandiosi, i nostri ideali di vita sono unici e bellissimi..brutti sono i pensieri degli adulti, li vediamo vetusti e superati: che ne sanno loro della bellezza? Gli altri diventano belli solo se la pensano come noi, bellissimi sono quelli che ci si filano e noi siamo dei pifferai magici…

… Da adulti il bello acquisisce un significato profondo, intimo, di ricerca interiore. Bello diventa un film che da ragazzi sarebbe stato un polpettone, un libro dalla trama complessa non è più un mattone, una bella donna non è più quella con il giro seno oltre 90 e il contenuto dei loro discorsi spaziavano da ” cosa andrà di moda quest’anno” a “oggi sarò dall’estetista tutto il giorno”, no, si scava meglio nei contenuti…

‎…BELLO è scrivere, brutto è scrivere con il cellulare vi assicuro, ma le parole mi sgorgano dai pollici. Bello e brutto in realtà sono concetti dai contorni così indefiniti da non scorgerne i margini, sono concetti che si trasformano in un divenire perpetuo tra questo è bello perché mi piace ed è brutto perché non mi piace. Chissà cosa sarà domani? Fil

via Social4Web – http://www.social4web.com/blogs – Blog View – IL BELLO E IL BRUTTO.

Lascia un Commento

Pin It on Pinterest

Share This