Pages Navigation Menu

get the blog!

Oggi per comprare casa servono mamma e papà

Oggi per comprare casa servono mamma e papà

Oggi per comprare casa servono mamma e papà.

Pubblicato da Vita Marinelli il 12 novembre 2012.

Stamane in autobus leggevo in un libro che non sono i figli ad andarsene dai genitori. Sono i genitori che a un certo momento non li riconoscono più. Li hanno messi al mondo bambini, non possono riconoscerli come adulti. Diventano estranei. In ufficio la rassegna stampa invece informa che oggi per comprare casa servono mamma e papà. Appunto. Il titolo del blog. Prosegue l’articolo dicendo che i genitori sono le persone maggiormente coinvolte in un’operazione di mutuo. Già. L’istituto per il quale lavoro infatti riconosce validi garanti nelle figure dei genitori, un po’ meno in quelle di fratelli e sorelle. Per ovvie ragioni di politiche del credito, si deve pensare. E’ capitato però che genitori interpellati a prestare garanzia si siano mostrati reticenti o che i figli stessi abbiano rinunciato a chiederla, la garanzia. L’aiuto. E questa reticenza, a doppio senso, mi colpisce, ma non mi scandalizza. Ché gli automatismi di sangue non hanno vera ragione. Da qui la mente ha fatto un volo a qualche sera fa a casa di Sarah, quando ci eravamo appassionate all’argomento genitoriale. Meglio: all’età per diventare genitori. A come si sta spostando sempre di più, a volte troppo e forzatamente. Tenendo buono solo il troppo qui, un genitore che voglia prestare valida garanzia per il figlio, sempre secondo il mio Istituto, non deve aver compiuto ottantacinque anni d’età a fine ammortamento. Altri Istituti, i più, pongono il limite a settantacinque anni. Va da sé che per molti, per comprare casa, allora non servono i genitori. Non possono servire. Il mutuo più richiesto infatti è quello trentennale e l’età media del mutuatario trentasette anni.

Accidenti! Come si fa a mettere assieme il sangue, la reticenza, l’incoerenza dell’età? L’assenza? Sì, anche questa. Nella domanda di rito mi aspetto sempre una risposta d’assenza, ché anche gli orfani vogliono comprar casa.

Ah…il libro che sto leggendo racconta di morti che ritornano.

via Social4Web – http://www.social4web.com/blogs – Blog View – Oggi per comprare casa servono mamma e papà.

Lascia un Commento

Pin It on Pinterest

Share This