Pages Navigation Menu

get the blog!

Novembre

Novembre

Novembre

Pubblicato da Filomena Taraborrelli il 14 novembre 2012.

Un bel mese novembre, porta i primi freddi, gli acquazzoni violenti, le piene dei fiumi, le frane ammollate dalle altre piogge, mareggiate, proprio un bel mese! Facile fare dell’ironia, ma come non accorgersi che questo mese che inizia con la celebrazione di tutti i santi(ovviamente tutti morti!) e prosegue con la ricorrenza dei morti, (anch’essi tutti morti…altrimenti non si chiamerebbe così!), non può essere che un mese “tristissimo”!

Ma mi sono detta, riflettendo a voce alta con una amica, che la depressione che mi produce questo periodo si può, anzi, si deve curare con la leggerezza, l’ironia, prendendo le cose belle di questo mese che ci annuncia come può, che l’inverno ormai non si fermerà ed arriverà gelido. Già immagino le solite tiritere dei telgiornali:”un inverno così freddo non lo si ricordava dal…”, e giù a snocciolare date, dati, centimetri di neve che cadranno, che sono caduti o che furono…”Ei fu..etc etc..”,vabbhè citazione bislacca, lo ammetto. Ma cercate di capire o voi che leggete! Sto facendo uno sforzo enorme per farmi piacere Novembre. Le cose belle di novembre:

– le castagne (caldaroste preferibilmente)

– i porcini (saltati in padella per favore!)

– l’aroma di tartufo (grattuggiato sulle tagliatelle con burro)

– gli alberi dorati, arrossati, le foglie che volteggiano leggiadre nel vento novembrino, la nebbia che si respira sui miei monti, le bacche colorate, i cachi sugli alberi spogli come palle di natale, il letto di foglie secche su cui trascinare i piedi, il mantello del cerbiatto che mi guarda fisso e mi ipnotizza, l’istrice che ho incontrato alle nove di sera per strada, la volpe fulva che corre tranquilla, il gatto che sonnecchia vicino la stufa calda, la legna che brucia sorniona, lo sbadiglio che mi sorprende con il calare della sera, la coperta che mi accoglie sul divano, il libro che ques’estate non ho avuto voglia di leggere, l’aria calda del riscaldamento della macchina quando vado a lavorare, il fumetto che fuoriesce dalla bocca respirando, l’abbraccio caldo con chi si ama, tirare tardi la domenica sotto il piumone….tutte cose che mi preparano e mi allenano ad affrontare meglio i mesi freddissimi che arriveranno, insomma tutto sommato, novembre pensavo fosse peggio! Adesso guardo i giorni che sono passati sul calendario e quasi già lo rimpiango, siamo a metà mese, quasi inverno, quasi Natale, quasi freddo, quasi tutto insomma, per festeggiare questa nuova consapevolezza, berrò un thè caldissimo stringendomi al gatto sotto la coperta sul divano di fronte la stufa a legna accesa…..Uaommm svegliatemi in primavera per favore, ciao vado in letargo…..

via Social4Web – http://www.social4web.com/blogs – Blog View – Novembre.

Lascia un Commento

Pin It on Pinterest

Share This