Pages Navigation Menu

get the blog!

Una chat autentica

Una chat autentica

Una chat autentica

Pubblicato da Vita Marinelli il 17 marzo 2012.

Bella la chat generale ieri sera. Una chat autentica. Sembrerebbe quasi un ossimoro. Sembrerebbe quasi blasfemo, già è complessa l’autenticità degli oggetti e della vita reale. Eppure davvero mi è arrivato il dispiacere impotente, ma non indifferente, di Salvo G nel condividere una storia. Una storia ordinaria, purtroppo, che pure l’aveva sconvolto. Mi è arrivato lo stesso dispiacere quando ha potuto pensare che una splendida mostra fotografica fosse più interessante della sua storia. Ecco, lì la chat non è autentica. Ha i suoi tempi, quelli di battitura sulla tastiera presumibimente, che fanno restare indietro. Mi è arrivato il dispiacere di Salvo T che volutamente è restato indietro poi, ritirando il suo post. E poi la passione di Irene, coinvolgente. Come pure il trasporto di Francesca. Poi Salvo G e Salvo T che battibeccano amorevolmente e quel che viene fuori è la speranza, capace di illuminare la vita concreta. Dalla storia di Salvo G sfioriamo temi come il suicidio, la famiglia, il tessuto sociale, il lavoro, il disagio, la solitudine, l’amicizia, l’Amore con la A maiuscola. L’ha scritto proprio così Salvo G e ci ho fatto caso. Salvo T stavolta gli è stato dietro. Stanotte ho pensato molto alla discussione, con una frase di una canzone bellissima di Battiato che continuamente mi veniva alla mente e che dice ‘questa parvenza di vita ha reso antiquato il suicidio’. Già. Io penso che con tutto il lavoro di pensiero che s’è fatto nei secoli dovremmo essere ben consci che siamo una parte della vita abbastanza privilegiata. Meglio se in questa parte non si è soli.

via Social4Web – http://www.social4web.com/blogs – Blog View – una chat autentica.

Lascia un Commento

Pin It on Pinterest

Share This